2020: guardarsi indietro per guardare avanti

2020_calendar

Alla fine di un anno, di ogni anno, guardarsi indietro è utile per capire come andare avanti, per trarre un insegnamento da quello che abbiamo “appreso” sulla nostra pelle, per capire cosa è stato importante, cosa magari non abbiamo percepito con la stessa intensità degli “altri”, e oltre ad essere un momento di riflessione personale è anche l’occasione per capire cosa pensano “la fuori”, che oltre ad essere il nostro tessuto sociale è anche il nostro tessuto lavorativo: molti, quasi tutti, si interfacciano con il mondo esterno per interagire anche dal punto di vista professionale, comprenderne esigenze e comportamenti è un elemento centrale a domandarci anche “in cosa possiamo essere utili”.

Preferiamo in questa sede scrivere poco, e chiedervi in questo caso di dedicare il tempo prezioso che regalate ogni domenica a questa riflessione a due punti di accesso per questo “viaggio” che vi proponiamo e sono legati a due elementi che fanno parte della nostra vita primaria di professionisti dell’immagine e della comunicazione: la prima è il 2020 review di Shutterstock, una delle maggiori risorse di immagini stock, che ci mostra un anno declinato attraverso le immagini, lo trovate qui.

Il secondo è un video su YouTube realizzato da Google, che si intitola Year in Search 2020, e che abbiamo embeddato qui sotto; una tradizione di tanti anni che purtroppo ha perso molto del suo appeal (se cercate con lo stesso titolo gli anni 2011, 2012, 2013 vi accorgerete quanta più emozione riuscivano a trasmettere), ma anche quello del 2020 merita di essere visto proprio per i motivi che vi dicevamo: guardarsi indietro, per capire come andare avanti, e mai come la fine di questo 2020, un anno più sconvolgente che terribile (ed è stato tanto, tanto terribile… il fatto che diciamo che sia stato più sconvolgente che terribile la dice lunga).

Se volete contribuire, magari sui nostri canali social, potreste segnalarci un vostro consiglio su altri “riassunti visuali” che magari avete visto e che volete condividere con noi.

Vi lasciamo segnalandovi che oggi, alle ore 17, parteciperò come speaker TEDxMestreSalon. Il titolo di questa tavola rotonda virtuale è “Technology & Education: a virtual conversation”, sarà in diretta sui canali social di TEDxMestre.
Il mio intervento ha come titolo: Quanto virtuale c’è nella nostra realtà?, che anticipa l’intervento che era stato programmato per questo autunno, ma che è stato spostato (per ovvie ragioni) alla prossima estate in versione LIVE. Sarò in compagnia di importanti altri ospiti, per parlare di come la formazione può evolversi grazie alla tecnologia, ma – aggiungiamo, ed è questo il tema del mio intervento – su un uso più maturo e cosciente non solo della tecnologia stessa, ma anche della visione umanistica che diventa sempre più importante. L’evento non sarà registrato, quindi se volete saperne di più “dovete” partecipare… vi aspetto e vi aspettiamo tutti!