Il 7 ottobre si apre un’occasione importante per tutti. Prima di tutti, per coloro che in questi anni hanno deciso di dedicare tempo, sforzi, investimenti e fatica nel campo del digital publishing, e che magari (probabilmente) hanno seguito corsi con noi che, in Italia, siamo stati i precursori di questo settore. A queste persone, che da tempo sollecitano nuove strade, più aperte, più libere, più flessibili (e meno costose, diciamolo), finalmente abbiamo delle risposte concrete da dare. Oggi possiamo dire che si può pubblicare su qualsiasi device, per qualsiasi piattaforma, senza avere bisogno di passare dal lato “dei programmatori”, senza imparare una riga di codice, senza cambiare il proprio approccio creativo. Sì, rimane quasi tutto uguale, ma si apre il mondo… e tutti sappiamo che il mondo è aperto e non più chiuso ad un solo ambiente.

Questa giornata di formazione/aggiornamento professionale sarà importante anche per chi non ha seguito la strada dall’inizio, ma che si trova oggi a valutare l’opportunità del self publishing di libri interattivi (per presentare e vendere libri con fotografie, video, testi, interazioni), oppure di vere e proprie app. Magari, proprio ora che si sta allargando un nuovo “mondo” (finora numericamente limitato) che è quello dei Phablet, gli smartphones grandi quasi quanto un tablet, ma che non sono ancora dei tablet e che quindi pare che possano essere quella via di mezzo che consentirà di avere (e comprare) un solo strumento e non due… Parliamo a creatori di contenuti che sono stufi di aspettare che qualcuno possa “credere in loro“, investendo soldi sul loro lavoro, editori che vogliono uscire dalla prigionia della produzione cartacea (che è tanto bella, ma chi ancora se la può permettere? Chi può investire in anticipo in una produzione che potrebbe anche rischiare di rimanere in un magazzino ad invecchiare e ad ammuffire?). Parliamo a giornalisti, fotoreporter, videomaker che ogni giorno rischiano di rimanere senza lavoro perché le strutture che finora hanno pagato la loro professionalità sono sempre più fragili e incapaci di cavalcare l’innovazione.

Questo corso, questo Jumper Camp apre orizzonti mai sentiti in Italia (e nemmeno nel mondo se ne è sentito parlare poi tanto)… ma tanto sognati. Parliamo di soluzioni che tutti, proprio tutti, possono mettere in pratica, soluzioni che non richiedono investimenti, costi annuali per pubblicare o per il download delle copie. L’unica cosa che serve sono le idee, e studiare come comunicare e produrre contenuti di qualità sui nuovi media, comprenderne le modalità di fruizione, approfondire l’aspetto del come creare interfacce efficaci, come non cadere negli errori più comuni. Ma anche di questo parliamo, in questo corso denso, intenso, esclusivo. Unico. Parleremo di questi argomenti:

1) Stato dell’arte dell’editoria digitale
2) Evoluzione dei device
3) Il fenomeno Phablet: come muoversi dal punto di vista dei contenuti?
4) Comprendere (sul serio) la questione della densità di pixel degli schermi
5) Come funzionano gli schermi “retina” (e perché serve capirlo)
6) Evoluzione ePub: si possono davvero fare pubblicazioni digitali?
7) Animazioni evolute e interazioni su ePub
8) Pubblicazione, distribuzione e vendita di ePub: una strada per il self publishing?
9) APP: perché la soluzione Adobe DPS non è (più) sufficiente?
10) Pubblicare applicazioni per TUTTI i device: si può?
11) Tanti linguaggi di programmazione, e uno solo che parla con tutti
12) App senza codice, ma finalmente non vincolate al solo iPad
13) Pubblicazione, senza costi di “licenze” per iPad, iPhone, Android, Windows Phone, Blackberry (ok… forse non serve per BB!)
14) La questione responsive? si può risolvere senza impazzire?
15) Diventare sviluppatori multipiattaforma
16) Flusso di lavoro di una pubblicazione: dalla progettazione alla pubblicazione multipiattaforma.

 

La parte finale, dedicata in esclusiva agli abbonati a Jumper Premium, si chiama FACE2FACE ed è uno spazio per la discussione personale su progetti e idee. Permetterà a chi ha un progetto già partito, oppure in via di progettazione, di avere consigli e valutazioni concreti e confidenziali.

il Jumper Camp – Indipendence DAY si terrà il 7 ottobre, a Milano, presso SpazioVela18, via Vela 18 – Milano, dalle 10 alle 17. Il costo, comprensivo di pranzo, di beni di conforto, di connettività Internet e di sorrisi e coccole, ha un costo di 119 euro + Iva per gli abbonati a JumperPremium e di 199 euro + Iva per tutti. E’ un’occasione da non perdere. Iscrivetevi subito, il rischio è sempre lo stesso degli eventi di Jumper… di non trovare posto. QUI sotto potete iscrivervi direttamente tramite Paypal (è la soluzione più veloce e semplice per garantirvi il vostro posto e il futuro di successo nel Digital Publishing). Se desiderate avere informazioni per effettuare il pagamento e l’iscrizione in altro modo, contattateci a questa mail.

 


Prezzi
Menù tramezzini preferito
Intolleranze alimentari: