Wired, probabilmente la più importante rivista di tecnologia (ma è una definizione riduttiva) al mondo, sta aprendo le porte della sua redazione, in maniera virtuale – con un blog – ma allo stesso tempo reale come non mai. Sul blog “Storyboard“, infatti, è documentato quotidianamente il processo di realizzazione di un articolo che apparirà su Wired di novembre e per farlo non c’è un semplice racconto dalle quinte o spunti e commenti dallo staff, bensì vengono pubblicate le email scambiate dai redattori, le bozze, i documenti, i feedback che lo staff che collabora alla realizzazione del pezzo fa, farebbe normalmente… senza avere un pubblico che legga ed intervenga dall’altro lato del monitor. 

Un esperimento interessante, un viaggio da leggere per scoprire come si lavora ad una rivista di questo calibro e, forse, un passo che potrebbe cambiare per sempre il mondo dell’editoria, come suggerisce qualcuno. 

Via A photo editor.