L’era dei dorsi “lowcost” è iniziata? Sembra di si, o quantomeno sembra un nuovo corso che potrebbe avere un certo successo. Sta di fatto che, però, “lowcost” quando si parla di dorsi potrebbe essere un termine difficile da accettare: il nuovo Leaf Aptus-II 5, presentato oggi, si propone sul mercato al costo di 5.995 Euro, per 22 milioni di pixel, sensore CCD di 48×36 mm, 0,9 immagini al secondo e un dynamic range di 12 stop. Il “colpo” poi è quello di aggiungere altri 2000 Euro per avere, insieme al dorso, anche una fotocamera PhaseOne 645AF e ottica da 80 mm (perché probabilmente il dorso digitale, abbinato ad una fotocamera di vecchia generazione, oggi non è più molto sensato) si arriva a 8.000 Euro, che è il costo delle fotocamere DSLR di fascia alta. Cosa si guadagna, cosa si perde? A voi la valutazione, potrebbe non essere semplice, ma in ogni caso interessante e con varie sfaccettature che scendono nel personale, del modo di fotografare di ciascuno di noi. Per maggiori informazioni, questa è la pagina del sito con descrizioni e informazioni aggiuntive.