Dal 24 al 28 novembre c’è una grande festa per il mondo della fotografia: si tiene a Milano e si chiama Fotografica10. E’ un’iniziativa voluta e sviluppata con grande impegno da Canon, ma con un approccio molto particolare: non quello commerciale, non in cui dove il brand è centrale, ma lo sforzo è orientato al gusto dell’incontro, alla cultura della fotografia in senso ampio, con una porta aperta a tutti. Si possono, certo, vedere prodotti e tecnologie in specifiche aree Touch and Try, ma il focus è la fotografia, la formazione, l’informazione, l’arte, la cultura. E, per la prima volta, ci sono anche eventi targati “ufficialmente” per i professionisti, ed è un bene perché di occasioni “istituzionali” di incontro per i fotografi a Milano non è facile averne. Ma quello che vogliamo dire è che il fatto che degli incontri professionali vengano sviluppati all’interno di un evento più grande deve (deve, deve, deve) darci un gusto in più. Il consiglio – che ora spieghiamo – è quello di venire a respirare aria di fotografia, di passione, guardare negli occhi giovani (di tutte le età) che sono spinti dalla passione della fotografia e dell’incontro. Diamine, quanto ne abbiamo bisogno noi tutti, che di fotografia viviamo tutti i giorni, e che ci alimentiamo di discussioni, di polemiche, di arrabbiature, di fatti del mercato che “non è più quello di una volta”. In questo tanto parlare, ci si dimentica della fotografia che si scatta, che ci lascia senza parole, che ci fa sognare. Lo sappiamo, quando il portafoglio è tristemente vuoto, quando i progetti si scontrano con una realtà difficile, non viene voglia di sognare ad occhi aperti, ma spesso questo si riflette nel nostro lavoro.

Fermiamoci tutti, e veniamo a parlare dei “fatti nostri“, ma non tralasciamo tutte le occasioni di incontro che Fotografica10 ha preparato ufficialmente per gli “appassionati”: mettiamoci in fila anche noi, per ascoltare esperienze di colleghi che hanno fatto grandi cose: Gabriele Basilico, Francesco Cito, Mario Cresci, Giorgia Fiorio (quanto vorrei chiederle di ricantare “Avrò“, suo successo di Sanremo 83, ma dubito di riuscirci, per chi vuole la testimonianza è qui), Toni Thorimbert, ma anche persone che sono vicine al mondo della fotografia, come l’attore e regista Sergio Rubini, con il musicista Paolo Pagani o con l’attrice e modella (oltre che Ex miss Italia) Martina Colombari che esporrà dei suoi autoritratti in una mostra curata da Settimio Benedusi (che avrà anche un suo spazio per discutere di idee e progetti per la fotografia) e Denis Curti.

Abbiamo detto che quest’anno, Fotografica raddoppia, e a tutto questo si aggiunge una sezione professionale, il 25  e il 26, dalle 10 alle 17. In questa finestra dedicata (che richiede iscrizione, fatela se no rimanete fuori!! E fatelo con il nostro “biglietto di ingresso preferenziale”, indicando COME CODICE: JUMPER, così sarete sicuri di avere un posto tutto per voi!) ci saranno interventi di grande prestigio: da quello di Tau Visual (25/11 ore 14:30 : Dove va la professione, ma soprattutto: dove andiamo ora noi professionisti) a quelli… che faremo noi, qui di seguito l’elenco:

25/11 ore 11:30 : Self-Publishing per fotografi (prima parte) – Come progettare, come sviluppare, come guadagnare con un’editoria che vede creatore di contenuti ed editore fusi nella stessa persona. Cosa serve per partire? E cosa succede nell’era iPad? Cosa serve per avere successo? Se lo spazio per le nostre fotografie sembra essere sempre minore, rendiamolo grande, e trasformiamolo in un’attività che può darci tante soddisfazioni, oltre al successo economico.

25/11 ore 16:00 : V-SLR, Emozioni da vivere per fotografi a caccia di movimento: un approfondimento sull’argomento, puntando sull’estetica ottenibile con il linguaggio delle V-SLR e sui migliori esempi di produzioni nel mondo per mostrare l’eccellenza della creatività, la metodologia di approccio e il workflow, Come il video con le reflex entra come strumento fondamentale nei nuovi media digitali, portando soluzioni vincenti ed innovative

26/11 ore 11:30 : Self-Publishing per fotografi (seconda parte)E’ il seguito del giorno precedente sullo stesso tema (non la ripetizione…)

26/11 ore 16:00 : Evoluzione nella vendita di fotografie: Macro-movimenti e micro-mercati Parleremo di evoluzione  della vendita delle immagini, che stanno soffrendo da una parte la crescita (e l’evoluzione) del microstock e in parte gli abbonamenti “molto vincolanti” dei grandi editori. E’ una tematica che stiamo sviluppando per il primo numero di Jumper Photo Magazine e che lanceremo proprio in anteprima a FotograficaPro

e tanto altro, andate al sito della sezione “PRO” per scoprire tutto!

Per la sezione “amatoriale” (che però affronta argomenti cool) questa è la lista del nostro “menù”. Vi segnaliamo che questi nostri eventi saranno tenuti presso la sede “satellite”  Spazio Bocconi:

25/11 ore 18.30 – 20.00“Fotografia e Social network” – … e io che pensavo che esistesse solo Flickr…) Un viaggio verso la maturità nelle relazioni sociali in rete, con la fotografia che svolge un ruolo di trait d’union. Storie da raccontare, per vivere passione e condivisione tra menti creative.

27/11 ore 10.30 – 12.00 “Soluzioni video per i fotografi dal cuore ribelle”
Impara i trucchi per realizzare grandi video usando accessori e software poveri (addirittura gratis!). Per essere smart, per essere creativi! (Spazio Bocconi)

28/11 ore 10.30 – 12.00- Vendere fotografie su Internet – terza puntata: dopo avere aperto il tema, dopo avere spiegato quello che NON bisogna fare per non essere “bocciati”, un’analisi approfondita sul COME fare fotografie “best seller”. E le evoluzioni del mercato: da Flickr che apre le porte a Getty, alle esperienze di vari “autori di successo”, tendenze creative, la scelta tra “categorie” di prezzo, le soluzioni di archivi “personalizzati” proposti in abbonamento.

Tornando a Fotografica10 (quella “globale”, trovate tutto a questo link), ci saranno letture di portfolii (bisogna, per questi, prenotarsi), l’evento EOS Discovery, dibattiti con Maurizio Rebuzzini, Marco Santini, Fabio Lovino, un villaggio digitale curato dalla rivista Tutto Digitale, e splendide mostre. Non si può vedere e seguire tutto facendo “una scappata“: sappiamo che è difficile fermarsi per una settimana, ma dedicate a questa grande occasione tutto il tempo che potete liberare o rubare.

L’ultimo messaggio è però quello di venire con lo spirito dei giovani (di ogni età, lo ribadiamo), e con mente libera. Vi aspettiamo con un approccio da ragazzi appassionati (come quelli della foto introduttiva), che vogliono entrare nel profondo della cultura fotografica, e anche un po’ di quella digitale. Per questo, abbiamo pensato – per sorridere e per entrare in “mood“, di segnalarvi che molti di noi ancora parliamo in modo “antiquato”, che dobbiamo liberarci di qualche atteggiamento, e iniziare a dominare un lessico più da “digital boys and girls“. Quindi ecco, qui di seguito, una prima lezione: modi di dire, da usare, da scrivere… e magari da usare a Fotografica10, per non sembrare troppo babbioni, babbani e ingessati.

LOL > laughing out loud > ridere a crepapelle

ROTFL > rolling on the floor laughing > rotolarsi per terra dalle risate

LMAO > laughing my ass off > ridere a crepapelle (ehm… la traduzione non è letterale!)

AFK > away from keyboard > lontano dalla tastiera del computer

BRB > be right back > torno subito

HB > hurry back > torna presto!

BBIAB > be back in a bit > torno tra poco

TY > thank you > grazie

YW > you’re welcome > prego

A parte gli scherzi, vi aspettiamo, tutti e quattro i giorni, in tutti gli orari che vorrete. A vivere, masticare, amare la fotografia.

9 responses

  1. Bellissima iniziativa. Io ci sarò sicuramente. Un momento per riflettere sulla professione e anche per imparare cose nuove o mettere a punto la situazione.
    Belli i workshop e belli anche gli incontri.
    Ha ragione il nostro amico Luca dobbiamo respirare un po’ di aria nuova e cercare di essere più positivi.
    A venerdì.

  2. ciao, luca, sono appena tornato da milano, adesso mi trovo in sicilia, e non potrò esserci per fotografica e per i jumpercamp.
    In particolar modo mi interessava quello sulla produzione di immagine e editoria per ipad, ci saranno altre repliche? Sai se è possibile visualizzare sul tablet immagini in 3d? vorrei cavalcare l’onda del 3d per la produzione di foto 3d da visualizzare sui dispositivi mobili possibilmente senza occhiali. Potrebbe essere un nuovo jumpercamp, che ne dici?
    grazie per l’impegno.
    andrea

  3. Finalmente dopo tanto tempo (colpa mia!) ci rivediamo Luca! :) non vedo l’ora di sentire i tuoi illuminanti interventi sempre pieni di nuovi spunti di riflessione!

Comments are closed.