Sta per uscire. JPM7 è sulla dirittura di lancio stiamo solo attendendo un paio di conferme e apportando un paio di ritocchi, ma ci siamo. In questi giorni, in attesa dell’uscita (prima per iPad, subito dopo per altri device) vi racconteremo alcuni dettagli, retroscena e anteprime. Si, perché un progetto come JPM7 non si riduce al prodotto che poi viene pubblicato e distribuito: c’è molto di più, e questa attesa permetterà a tutti di conoscerla un po’ di più, e di poterla fruire con un approccio più profondo quando uscirà, tra qualche giorno.

Prima di tutto, JPM7 nasce esattamente venti anni dopo la prima rivista (probabilmente nel mondo) che si è aperta alla fotografia digitale: si chiamava Jump ed è stata la capostipite di tutto quello che conoscete oggi di noi: il sito Jumper, le attività di formazione JumperPremium e i JumperCamp, una rivista digitale che si chiamava D-Jump (uscita esattamente 10 anni fa, nel 2004) e poi, appunto, JPM. Nell’editoriale di JPM7 ne parliamo, vi apriamo i numeri di Jump per farveli sfogliare, riscoprendo insieme a voi la visione che è stata sognata tanti anni fa, e che appare ancora oggi attualissima. E, per questa prima introduzione alla storia di JPM7, vi mostriamo qui proprio una doppia pagina di Jump che non troverete pubblicata nella rivista: è stata realizzata in esclusiva per noi nella metà degli anni ’90, da degli amici davvero speciali. Avevamo “aiutato” Paperinik a trovare una fotocamera digitale per una sua avventura e questo era il ringraziamento ;-)

A presto, dal JPM Team!

JPM7-Storia-Jump-Paperinik