EOS7D.jpg  

Ancora non presentata ufficialmente, ma “ufficiale sul web” (ed è quello che conta, ormai): si tratta della tanto attesa Canon EOS 7D che si posiziona nella fascia semiprofessionale finora contrassegnata dalla serie x0D (20D, 30D, 50D) e si avvicina, non solo come numero, ma specialmente come tipologia di apparecchio, alla 5D Mark II che è in questo momento il punto di riferimento per moltissimi professionisti.

Partiamo dai dati principali, che sono quelli di 18 milioni di pixel di risoluzione sul formato APS-C: un valore che sicuramente entusiasmerà moltissimi utenti che non aspirano al pieno formato, ma che hanno bisogno (reale o psicologico) di un’elevatissima risoluzione. Possiamo poi aggiungere che per chi ha bisogno di raffiche di scatto veloci, viene garantita una velocità pari a 8 fts, il sistema di messa a fuoco è molto evoluto è si basa su 19 punti AF (tutti a croce) ed ovviamente è prevista l’ormai leggendaria funzione video 1080p con tutti i controlli manuali. Ma forse la migliore novità riguarda il mirino, che offre (per la prima volta in un apparecchio di questo tipo) il 100% della copertura e l’ingrandimento 1.0x. Chi l’ha provata dice che l’esperienza inquadrando è molto simile a quella di una pieno formato. Siamo curiosi di poterlo verificare!

A breve dovremmo essere in grado di dare maggiori informazioni e dettagli, non ultimo quello del prezzo, che ovviamente sarà molto importante per una valutazione globale del prodotto.