I regali di Natale sono quasi sempre un incubo: non si ha più il tempo per farli, per andare in giro, e specialmente sembra tutto un dovere e molto meno un piacere. Già lo scorso anno abbiamo pensato: perché non fare una lista di regali che premiano noi stessi, che ci “regaliamo”? Alla fine, è stato un anno impegnativo, difficile, complesso… non è solo questione di “farci un regalo”, ma di catturare l’occasione importante per fare qualcosa “per noi”, per volerci bene.

Abbiamo inserito parecchie cose, moltissimi libri, di vario genere: fotografici, culturali, divertenti, ma tutti di grande ispirazione (almeno secondo noi). Alla fine siamo una “comunità” di amici, che vivono nello stesso mondo, che hanno gli stessi obiettivi e un bel pezzo di storia condivisa: forse siamo quindi i migliori per segnalarvi cose e idee che, se emozionano noi, probabilmente emozionano anche voi. Abbiamo scritto solo una breve frase che spiega “perché” vi consigliamo quello specifico libro o oggetto… quasi tutto (ma non tutto) è stato preso dalla nostra lista dei desideri su Amazon.

Buona esplorazione, ci auguriamo che possiate trovare qualcosa che vi potrà emozionare… alla fine sono le emozioni ancor più che gli oggetti (o i soldi spesi) che sono importanti ;-)

 

Regali di Natale per fotografi (libri… per lo più)

 

41wocfxDAWL._SX416_BO1,204,203,200_

Gathered Leaves di Alec Soth

Un cofanetto prezioso per gli amanti del fotogiornalismo. Contiene 28 cartoline con le opere di Alec Soth che fanno parte della mostra “Gathered Leaves” a Londra, oltre a 4 mini versioni dei suoi libri, alcuni ormai fuori catalogo (Sleeping by the Mississippi, NiagaraBroken Manual, Songbook).

 


 

51xxP5mZxAL

The Hollow of the Hand di PJ Harvey e Seamus Murphy

La cantante P.J. Harvey debutta come poetessa in questo libro fotografico, per il quale torna a collaborare con il fotografo e regista Seamus Murphy, che aveva per lei creato vari corti in occasione del disco “Let England Shake“.

 

 

 


 

51hUXKBrXIL._SX437_BO1,204,203,200_Legendary Routes of the World di Alexandre Verhille e Sarah Tavernier (esce a fine Dicembre)

Se avete la pazienza di aspettare questo libro in uscita a fine dicembre, si rivelerà magico per grandi e piccini: le grandi strade del mondo – dalla via della seta alla Route 66 – in spettacolari pagine che prendono vita in formato pop-up.

 


 

Bitter: A Taste of the World’s Most Dangerous Flavor, With Recipes di Jennifer Mclagan e Aya Brackett

Per i “foodie” là fuori in cerca di un libro fotografico con ricette un po’ fuori dagli schemi: se sui dolci si è scritto di tutto, sul tema “amaro”, decisamente meno, e questo è un sapore non così amato in molte culture come può essere invece in Italia. Dal caffè al radicchio, dal cioccolato amaro, ricette per dare nuova luce all’amaro con una fotografia decisamente “dark”.

 


 

Bettina RheimsBettina Rheims (Inglese) Copertina rigida di Patrick Remy e Bettina Rheims 

La grande fotografa (che ha ispirato il “giovane Luca” quando era un “giovane fotografo”), si racconta e viene raccontata attraverso un percorso di immagini che già ha fatto parlare tantissimo. Sarà disponibile solo a gennaio, ma vi conviene prenotarlo già oggi perché pensiamo che sarà subito Sold out!

 

 


 

Kinfolk HomeThe Kinfolk Home: Interiors for Slow Living di Nathan Williams

Kinfolk è una rivista osannatissima e copiatissima: dallo stile fotografico al minimalismo grafico, sono in pochi quelli che ancora non sono stati sedotti da essa. Da poco è disponibile anche un libro made in Kinfolk, tutto dedicato all’interior design di chi desidera vivere in modo “slow”, senza dimenticarsi, cioè, di trovare bellezza nella semplicità delle cose.

 


 

The Still LifeThe Still Life: In Product Presentation and Editorial Design di R. Klanten, Anna Sinofzik e Sven Ehmann

Fate fotografia di still life? Allora questo libro fa per voi, perché non vi parla di “tecnica”, ma del come usare la fotografia di still life nella presentazione di un prodotto e nel mondo dell’editorial design. Imperdibile…

 


 

Il sale della terraIl sale della terra di Wim Wenders

Avete visto questo film? Non potete averlo perso… e comunque siete in tempo ora ad acquistare il DVD, e vederlo, rivederlo, rivederlo. La storia del grande Salgado, raccontato dal grande Wenders… cosa si può volere di più, se siamo fotografi?

 

 

 


 

Print is deadPrint Is Dead. Long Live Print: The World’s Best Independent Magazines di Ruth Jameson

Studiamo da vicino il fenomeno dell’editoria indipendente e questo libro ha il compito di offrire una buona panoramica delle più importanti riviste cartacee che,  spaziando dalla moda maschile al food, dall’America alla Svezia, stanno cambiando il volto dell’editoria contemporanea mondiale.

 

 


 

51oHC9W7HjL._SX355_BO1,204,203,200_Harry Potter – Dalla pagina allo Schermo

Per gli appassionati (noi lo siamo), ma specialmente per capire e approfondire cosa c’è dietro un progetto così importante e famoso, che parte dalla storia scritta e arriva a quella visuale (cinema). Se avete scritto “Storyteller” sul vostro biglietto da visita o sul vostro sito, non potete non approfondire comprando questo libro.

 

 

 


 

41NHrUBCn3L._SX321_BO1,204,203,200_Critica portatile al Visual Design

Interessante libro dedicato ad un’analisi concreta e obiettiva sul visual design. Se vi occupate di questo mondo, vi sarà utile leggerlo e approfondire tale analisi ;-)

 

 

 

 


 

51nsx9TRnjL._SX348_BO1,204,203,200_The Thing the Book

Il libro, questo (ormai) sconosciuto, di sicuro non è per nulla invecchiato… semmai sono invecchiati gli editori di libri. In questo saggio, è possibile rifocalizzare la visione su questo “oggetto” che ha creato la nostra cultura e continuerà a seguirci, in tutte le sue possibili evoluzioni…

 

 

 

 

 

Regali di Natale per fotografi (cose…)


Clips Capture
Schermata 2015-12-13 alle 10.30.50

Una delle aziende più geniali nel settore degli accessori fotografici si chiama PeakDesign, produce borse (una geniale che è stata uno dei maggior successi di Kickstarter) e accessori per rendere più comoda la vita dei fotografi. Tra questi accessori, la gamma Clips… Jumper ha ottenuto per i nostri lettori uno sconto del 10% su tutti i prodotti PeakDesign, richiedetecelo via email ;-))

 


 

31AW20qk1dL

Anger PowerPort 10

Perché ormai abbiamo troppe cose da ricaricare via USB (telefoni, tablet, cuffie stereo, batterie della fotocamera, eccetera) e le porte non bastano più. In un solo oggetto, di eccezionale qualità ma prezzo davvero contenuto (non cadete nell’errore di prendere prodotti più economici, perché potrebbero creare problemi ai vostri device!) questo hub da’ ricarica 60W a 10 Porte USB. Permette di ricaricare ad alta velocità i tablet e gli smartphone più moderni che hanno batterie molto “capienti”.

 


 

6121FeOgHxL._SL1320_Sony SL BG1 (Hard Disk SSD 128 Gb)

Perché quando per la prima volta userete un HD esterno come questo (SSD di qualità e connettore USB3) scoprirete che i colli di bottiglia dei passaggi di dati sono il passato. E’ sostanzialmente una chiavetta USB, ma da 128 Gb, super veloce, bellissima e minuscola… Lo amerete sin dal vostro primo shooting.

 


 

61+vYQ3XMjL._SL1400_Equinux tizi Schlingel – Cavo Lightning USB Reversibile

Il cavo che mancava, nel senso che è quello che vi serve quando ve lo siete dimenticato a casa o in studio. Lo potete attaccare alle chiavi e usare per ricaricare il vostro iPhone/iPad quando sarete in giro, oppure per collegarlo al computer. Ha anche il connettore USB reversibile, quindi da ogni lato “entra” senza incertezze…

 


 

71PtKhL-s6L._SL1500_Zeiss VR ONE

Abbiamo parlato molto di realtà virtuale, in questo periodo… se volete un visore dove inserire il vostro cellulare e vedere al meglio lo spettacolo virtuale… puntate su questo modello. Si chiama Zeiss, ma incredibilmente non costa quanto un rene… semplice, di qualità e sebbene sia ovviamente più costoso dei modelli di cartone, vi collocherà subito in una dimensione professionale nei confronti dei vostri clienti. Non è un Oculus, ovviamente, ma fa una figura davvero eccellente…

 


 

Regali di Natale per fotografi (…)

Si, in fondo a questa lista dei regali, uno ci riguarda… è un modo per dirci, se lo reputate utile e giusto, che ci volete bene, che apprezzate il lavoro che facciamo e che volete contribuire alla nostra crescita e ad aumentare il nostro impegno in questo settore, che sembra lasciato alla deriva, ma che invece quando vuole si riunisce e riesce a creare forza. E’ una donazione libera (e ovviamente facoltativa: non ricevete nulla in cambio, se non la nostra stima e simpatia eterna)… può essere il valore di un caffè, di un panino, di un mese di connessione internet… Non è questione di “soldi”, è questione di “gesti”. Se volete essere parte di questo “gesto collettivo”, potete cliccare qui, sarete indirizzati ad un link sicuro di Paypal che offre proprio un servizio per questo tipo di pagamenti. Grazie in anticipo ;-)

2 responses

  1. consigliato da amico fotografo …. prometto di farmi un regalo e quindi di finire la lettura entro Natale: “L’errore fotografico” – Clément Chéroux – Piccola Biblioteca Einaudi – Una breve storia

  2. E’ tanto che non incontro personalmente Luca. Ma lo seguo fin dai suoi esordi e conservo ancora le sua rivista cartacea Jump credo degli anni 90! No sono un professionista fotografo ma un cultore della materia e condivido con voi la mia esperienza. A Giugno sono stato derubato della mia attrezzatura digitale il mac e tanto altro. Dopo un primo periodo di smarrimento, mi sono ripreso e sono ritornato alle origini, e mi son detto che da questa negatività sarebbe di sicuro scaturito qualcosa di buono. Ho ripreso il mio corposo corredo grande formato 8×10 Cambo, polaroid, impossible, il mio nutrito corredo Hasselblad etc . Risultato? fantastico … una rinascita. Un giorno a Bellaria nel corso di una manifestazione con Pianigiani, ho portato delle stampe e un gentile signore della Phase one mi ha affidato un dorso digitale per Hasselblad pregandomi di provarlo per lui. erano gli albori 90/95!. Ne è passata di acqua sotto i ponti. Ora è arrivato il momento per un regalo stratosferico a cui non so più resistere: DORSO HASSELBLAD CFV 50-c . E’ propio vero che “dal letame nascono i fiori” Scusate l’intrusione io ammiro i creativi e in particolare i fotografi. Buone Feste da un fotografo mancato.

Comments are closed.