Un’esclusiva di cui siamo orgogliosi e specialmente emozionati: un’intervista al grande fotografo di moda Gianpaolo Barbieri, che ci ha raccontato dettagli del suo lavoro, della sua vita professionale e specialmente lo ha fatto con sincerità, con grande umanità e con un fascino davvero speciale… come le sue immagini. Grazie, maestro, per averci ospitato, per averci dedicato del tempo, per averci fatto vivere da vicino un mito che è sempre stato al centro della nostra vita professionale.

17 responses

  1. grazie di questo contributo. Io ho personalmente avuto l’onore pochi mesi fa di conoscerlo e pranzare con lui e il suo staff durante la progettazione di quel video di cui parla. E stata un esperienza fantastica! E un grandissimo professionista, oltre ad essere un grandissimo uomo con un eleganza un umilta e un rispetto per gli altri che sembra uomo d’altri tempi. Grazie redazione di jumper di averlo intervistato.

  2. grazie di questo contributo. Io ho personalmente avuto l’onore pochi mesi fa di conoscerlo e pranzare con lui e il suo staff durante la progettazione di quel video di cui parla. E stata un esperienza fantastica! E un grandissimo professionista, oltre ad essere un grandissimo uomo con un eleganza un umilta e un rispetto per gli altri che sembra uomo d’altri tempi. Grazie redazione di jumper di averlo intervistato.

  3. Grazie Luca, mi hai fatto tornare a scuola quando si studiavano le foto dei grandi e si cercava di capire dai riflessi dove erano le luci, grande, ciao.

  4. Grazie Luca, mi hai fatto tornare a scuola quando si studiavano le foto dei grandi e si cercava di capire dai riflessi dove erano le luci, grande, ciao.

  5. Luca, posso scrivertelo anche qui che questa intervista è fantastica?
    (Ebbene sì, l’ ho ascoltata nuovamente)
    Grazie, riesci ad ampliare i miei orizzonti fotografici.
    Silvia

  6. Luca, posso scrivertelo anche qui che questa intervista è fantastica?
    (Ebbene sì, l’ ho ascoltata nuovamente)
    Grazie, riesci ad ampliare i miei orizzonti fotografici.
    Silvia

  7. ottimo l’inizio e grazie per averlo pubblicato. veramente molto interessante la parte sui fotografi italiani Vs moda italiana, quella sul suo rapporto col digitale e la postproduzione, come anche il discorso sulla ricerca, necessaria per entrare in profondità nelle cose. belle le immagini all’inizio e bello ciò che dice.
    verso metà intervista (16) però qualcosa sembra rompersi: avevate la possibilità di intervistare Barbieri e non avete preparato una solida scaletta di domande che seguisse un climax, un percorso.. sembra diventare tutto casuale e superficiale.. tra *tutto* quello che avreste potuto chiedergli gli avete chiesto.. se usa più la TV o il cellulare… ma state scherzando? e i commenti insulsi che l’intervistatore fa, troppo spesso seguite da una risata nervosa sono piuttosto irritanti. proprio perchè è uno dei suoi idoli avrebbe potuto rendere il momento magico e intenso, al contrario di non questa cosa che non lascia nulla a chi lo guarda.
    impariamo dai nostri errori e tendiamo al meglio.
    un saluto

    G.

  8. ottimo l’inizio e grazie per averlo pubblicato. veramente molto interessante la parte sui fotografi italiani Vs moda italiana, quella sul suo rapporto col digitale e la postproduzione, come anche il discorso sulla ricerca, necessaria per entrare in profondità nelle cose. belle le immagini all’inizio e bello ciò che dice.
    verso metà intervista (16) però qualcosa sembra rompersi: avevate la possibilità di intervistare Barbieri e non avete preparato una solida scaletta di domande che seguisse un climax, un percorso.. sembra diventare tutto casuale e superficiale.. tra *tutto* quello che avreste potuto chiedergli gli avete chiesto.. se usa più la TV o il cellulare… ma state scherzando? e i commenti insulsi che l’intervistatore fa, troppo spesso seguite da una risata nervosa sono piuttosto irritanti. proprio perchè è uno dei suoi idoli avrebbe potuto rendere il momento magico e intenso, al contrario di non questa cosa che non lascia nulla a chi lo guarda.
    impariamo dai nostri errori e tendiamo al meglio.
    un saluto

    G.

Comments are closed.